Rassegna stampa

I migliori articoli della settimana

Posted on

Selezione dei migliori articoli della settimana apparsi online, secondo WineMe!

Nuovi approcci social per conoscere il vino

Grande è la fortuna di colui che possiede una buona bottiglia, un buon libro, un buon amico. 

Partire da una citazione così impegnativa potrebbe non aiutarmi. Ma credo che Molière abbia riassunto in una frase un pensiero da me totalmente condiviso. Da attente analisi di mercato, ossia quelle fatte durante gli ultimi aperitivi, risulta che il piacere tratto da una chiacchierata con amici e dall’assaggio di un ottimo bicchiere di vino sia una piccola oasi di felicità nella quotidiana gestione di impegni e preoccupazioni. E cosa può esserci di più piacevole che scambiarsi pareri e confidenze davanti ad una buona bottiglia, magari un prodotto nuovo da degustare per la prima volta insieme? Sono rimasta piacevolmente colpita dalla scoperta di alcune iniziative che si stanno muovendo proprio in questa direzione. Gli approcci e gli strumenti utilizzati sono diversi, ma l’idea portante è che la conoscenza del mondo del vino sia molto più facile e divertente quando viene condivisa.

Continua…

E il sole che illumina l’oro della Valpolicella e di Bolgheri
C’è un sole inaspettato, a guardarmi mentre viaggio diretto ad ovest, a festeggiare con la Galzega degli Allegrini la fine della vendemmia e le pergole che indorano sulle marogne.
Torno a Fumane e mi accoglie, incastrata fra i boschi e le file di cipressi lungo le strade agricole, la fine trama delle bine, lavorata dalle mani precise di questi orafi vignaioli. Villa della Torre sarà solo una tappa però, di questo viaggio benedetto dalla luce del sole, un viaggio che ormai conclude un anno di celebrazioni e anniversari: i 30 della prima bottiglia de La Grola (1983-2013), i dieci anni di Poggio al Tesoro, tenuta in quel di Bolgheri (2002-2012).

Continua…

Com’è cambiato il Buono in trent’anni?

In principio fu il Buono. Quando nel 1987 nacque la guida Vini d’Italia io avevo solo 12 anni e quindi non sono testimone diretto della genesi di quella che negli anni a seguire sarebbe diventata la bibbia della critica enologica italiana. Si trattava di una guida molto innovativa per l’epoca, tempi difficili, appena flagellati dalla terribile tragedia del metanolo. La linea editoriale fu chiara fin dal principio, quando furono assegnati i primi 33 Tre Bicchieri: non si sarebbero fatti sconti a nessuno, il giudizio non si basava su una sorta di storicità acritica o sulla fama consolidata. I premi assegnati da Vini d’Italia erano chiari e netti, senza appello e per questo colpirono nel segno, scavando un solco tra un “prima” e un “dopo”.

Continua…

Le vignaiole austriache in lingerie

Tre le poche cose certe della vita ci sono i calendari, e ovviamente ecco arrivati quelli per il 2014. Con le vignaiole austriache che si spogliano tra filari di vite e vasche d’acciaio. Anche quest’anno. Eh, sì, il Jungwinzerinnen Kalender è arrivato puntuale anche stavolta, con le foto virate seppia di giovani produttrici vinose d’Austria in lingerie. Casto vedo e non vedo, d’accordo. Ma di successo. Tant’è che è l’undicesimo anno di fila che le giovani rampolle delle casate enoiche del Niederösterreich, dello Steiermark, del Burgenland e della zona di Vienna si prestano a rappresentare il mondo del vino austriaco in maniera “modern-sexy”, come dice la rivista on line Style.at (oh, lì, sul sito del magazine, ci si vedono anche le immagini della presentazione del calendario, tra i vigneti, con le fanciulle in reggiseno e mutandine accompagnate da genitori e morosi).

Continua…

Top 10 wines in the UK press 

For those who fear they’ll “expire from boredom” if presented with another glass of the perennially popular Sauvignon Blanc, Beckett suggests this £7.99 white blend from Slovenia. With its “gorgeous aromatic lift to an attractively citrussy Sauvignon base,” she praises the result as “one of the most delicious and original whites I’ve tasted this year.” As for food matches, Beckett recommends “Asian-style salads and fish dishes,” although she also describes it as “the perfect glass for the hard-pressed cook.”

Continua…

Il Soave sarà l’anti Pinot Grigio?

La Cantina di Soave è quel che si può definire un colosso. Produce, da sola, il 43% del Soave Classico, il 48% del Soave doc e il 49% del Valpolicella. Ha anche il 70% del Lessini Durello, ma quella è poca cosa rispetto alle dimensioni delle doc soaviste e valpolicelliste. Poi, se non ho capito male, è leader delle bollicine in autoclave ed è la quinta azienda italiana per la spumantistica. Ha duemiladuecento soci che, insieme, possiedono qualcosa come seimila ettari di vigneto. Impressionante.

Continua…

Tutte le foto del laboratorio di Rudy Kurniawan, il falsario di vini più famoso della storia

Nel processo contro il falsificatore di vini pregiati Rudi Kurniawan, è arrivato il giorno della “pistola fumante”. Alla quinta udienza la Corte ha mostrato in aula le foto scattate nella casa-laboratorio di Rudi subito dopo l’arresto e le immagini lo inchiodano senza pietà. Insomma, il falsario è conciato male e i suoi avvocati difensori non sembrano aiutarlo un granché. Tra gli osservatori del processo c’è chi giudica il collegio difensivo troppo debole e remissivo, come se l’avvocato difensore di Kurniawan fosse Topolino.

Continua…

WSET reveals shortlist for educator award

Included in the shortlist are two entries from China, one from the US, Spain, Australia and Belgium, and five from the UK. The judging will take place early in 2014 and winner will be announced at the WSET’s annual Awards and Graduation Ceremony at the City of London’s Guildhall on 20 January. The award is given for “a significant contribution to WSET courses and qualifications in the past year, with superlative results in WSET programmes, whilst demonstrating commitment and innovation in education.”

Continua…

Wine list from ’66 found under floorboards

Discovered by builders during renovations of the Giggling Squid Thai restaurant in Stratford Upon Avon, the menu is from a former outlet called The Old Tudor House. The Giggling Squid has been able to date the drinks list because it was found with a scrap of the Daily Mirror newspaper dated 29 March 1966, the year the England football team won the World Cup.

Continua…

Discussioni furiose all’AIS Roma (o come si chiama)

Le condizioni del video sono quelle che sono ma intercettare questo stralcio vale il prezzo del biglietto per capire lo stato dell’arte nella querelle AIS vs FIS (o AIS Roma o Bibenda). Ne abbiamo già parlato qui ma le domande senza risposta sono ancora molte e sembrano rimanere tali anche per molti dei corsisti iscritti al 51esimo corso di primo livello che si sta svolgendo a Roma. La forza dei video di frontiera non è spiegabile con la somma delle singole parti. Basti qualche passaggio veloce come trailer.

Continua…

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *