sauternes

Perché un vino è costoso e un altro no?

Posted on

Alla domanda perché un vino è costoso e un altro no, bisogna rispondere con diverse argomentazioni.

Perché un vino è costoso

Douro valley

 

Partiamo innanzitutto dal costo dell’uva stessa, che può avere parecchie variazioni anche nella stessa zona. Un vigneto che si trova in una zona difficile da raggiungere con i mezzi meccanici deve essere lavorata per forza tramite l’impiego di persone, aumentando così già i costi del vino. Pensiamo ad esempio alla Vale do Douro  in Portogallo dove i terreni scistosi  e ripidi sono tra i più difficili ed impervi del mondo.

Sauternes

Vigneti a Sauternes

Inoltre se ci sono diversi passaggi nella selezione delle uve, come ad esempio nel famosissimo Sauternes,  i costi lievitano poiché ogni volta che si scartano dei chicchi d’uva questo implica la presenza di una persona che deve farlo. A questo si somma ovviamente il costo delle uve scartate che non verranno utilizzate per produrre vino.

Parliamo ora delle rese  che può avere un vigneto o più vigneti: alte rese implicano che i costi fissi possono essere spalmati su numerose bottiglie, basse rese implicano alta qualità e minor possibilità di spalmare i costi fissi.

Poi un’altra ragione , che è l’anima del mercato, è la legge della domanda e dell’offerta: certe regioni possono chiedere dei prezzi più alti solo perché c’è tanta richiesta e poca offerta. Si pensi a certi Chateaux a Bordeaux dove la vendita avviene addirittura en primeur.

Acquistare un vigneto nello Champagne non è la stessa cosa che acquistarlo ad esempio in Puglia.  Quindi quello che si aspetterà dalla produzione di quel vigneto sarà un prezzo molto alto per far sì che l’investimento ne valga la pena. Ecco quindi alcune ragioni di perché un vino è costoso legate semplicemente all’uva stessa.

Se passiamo alla cantina abbiamo altri fattori che si aggiungono, come ad esempio tutti i macchinari impiegati nella produzione del vino, più vengono usati più è possibile spalmare i costi; ecco perché sono nate le cooperative o cantine sociali, anche per dividere eventuali costi di marketing.

Le botti hanno un grosso impatto sul perché un vino è più costoso di un altro e i prezzi possono essere molto diversi a seconda del materiale usato, se è nuova od usata (la prima ha un impatto maggiore sul vino rispetto a quelle usate) e anche al lavoro che viene svolto per rabboccarle. Inoltre un vino fermo in cantina per mesi o anni (questo vale anche per il vino in bottiglia o in vat) incide sul prezzo perché un capitale viene tenuto fermo e non utilizzato.

Altre ragioni del perché un vino è costoso si possono trovare nel fatto che a tutto questo si aggiunge il costo dell’imbottigliamento, del packaging, del tappo usato, dell’etichetta e del cartone. Una volta pronto il vino deve essere trasportato al punto di distribuzione per essere venduto (a volte viene venduto direttamente in cantina).

Ogni passaggio ovviamente aggiunge dei costi e non abbiamo considerato le tasse, di solito basse in un Paese produttore ed alte in un Paese importatore che non ne produce, come ad esempio l’Inghilterra.

Perché un vino è costoso può anche avere tutte le spiegazioni possibili, ma alla fine un vino può essere venduto solo al prezzo che il mercato è in grado di offrire in quel momento.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *