Nebbiolo

Piemonte: i suoi vini e i suoi vitigni

Posted on

Piemonte, non solo Barolo!

Plinio non riconobbe le potenzialità dei vini piemontesi quando scrisse il suo quattordicesimo libro della Naturalis Historia. Probabilmente ora cambierebbe idea!

Il Piemonte è famoso soprattutto per i suoi vini rossi (75% di tutti i vigneti), come ad esempio il Barolo o il Barbaresco, ma anche i suoi bianchi sono ottimi tra i quali ricordiamo il Gavi e l’Arneis. Il clima in Piemonte è tipicamente continentale, questo significa inverni freddi con estati secche e calde. Le temperature medie sono simili a quelle che troviamo nella regione francese famosa in tutto il mondo per i suoi vini, Bordeaux. L’autunno è mite e le nebbie sono quello che ci vuole per uve come il Nebbiolo che tipicamente maturano più tardi delle altre. Il nome Nebbiolo infatti deriva da nebbia, fattore sempre presente negli inverni piemontesi.

I vigneti in questa zona d’italia sono piantati tra i 150 e i 400 metri d’altitudine, con i migliori vigneti esposti a a sud riservati per il Nebbiolo!

Il Nebbiolo è un tipo di uva che germoglia prima delle altre, la buccia degli acini è spessa, utile per dare forti tannini e alta acidità ai vini che produce. L’uva Barbera invece matura due settimane prima del Nebbiolo e ha ottime rese per produrre vini da bere tutti i giorni, ma è in grado di produrre anche dei vini considerati al top! Il colore dei vini fatti con uve Barbera sono di un rubino molto intenso, ma a differenza del Nebbiolo il livello dei tannini è basso ma sempre con lo stesso alto grao di acidità. Poi c’è l’uva Dolcetto, l’uva che matura prima di tutte le altre, due settimane prima dell’uva Barbera. Amarena e liquirizia sono due aromi che caratterizzano quest’uva.

Cortese

Uva Cortese, Piemonte

Moscato d’Asti: DOCG dal 1977 e fatto con uva Moscato (100%), leggermente mosso e con un grado alcolico molto basso. Nella parte sud del Piemonte, verso il confine con la Liguria, troviamo l’uva Cortese da cui si produce il Gavi, DOCG dal 1998. Pochi mesi fa WineMe! è stato in questa zona, ospite della Cantina Broglia, e ha potuto apprezzare i vini prodotti in questa parte del Piemonte (leggete qui l’articolo sulla nostra visita alla cantina). Arneis (un po’ difficile da coltivare, qui il link a un nostro articolo) e Favorita (il nome locale per l’uva Vermentino) completano il quadro delle uve coltivate in Piemonte, Poi per dover di cronaca ricordiamo anche Erbaluce, Chardonnay e Sauvignon Blanc per uve a bacca bianca e Freisa, Grignolino, Vespolina, Cabernet Sauvignon e Pinot Noir per uve a bacca rossa.

Barolo DOCG –> Nebbiolo
Barbaresco DOCG –> Nebbiolo

Langhe DOC

  • Langhe rosso –> Barbera
  • Langhe bianco –> Sauvignon Blanc e anche Chardonnay

 

Barbera d’Asti DOCG e Barbera d’Alba DOCG –> Barbera
Dolcetto d’Alba DOC –> Dolcetto
Dogliani DOCG –> Dolcetto
Nebbiolo d’Alba DOC –> Nebbiolo

Roero DOCG

  • Rosso –> Nebbiolo e Arneis
  • Bianco –> Arneis

 

Moscato d’Asti DOCG –> Moscato
Gavi DOCG –> Cortese
Gattinara DOCG –> Nebbiolo, Vespolina

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *