New-York

Vinitaly USA, il 3 febbraio 2014 a New York

Posted on

Vinitaly USA, il prossimo 3 febbraio a New York con oltre 110 cantine italiane

Si svolgerà a New York il prossimo tre febbraio Vinitaly USA, dove oltre centodieci cantine italiane saranno impegnate nella sessione pomeridiana di walkaround tasting.

newyork-vinitaly-USA-2014

Vinitaly USA, il  3 Febbraio 2014 a New York

La metropoli americana è stata scelta anche per presentare i due nuovi servizi offerti da Vinitaly International: Vinitaly International Academy e Vinitaly International Importer Connect.  Il perchè di questa scelta risiede nel fatto che New York , e l’America di conseguenza, è un mercato già maturo dove poter testare queste nuove iniziative. L’Italia negli USA è il primo paese sia in termini di volume che di valore per quanto riguarda il vino esportato negli USA.

Vinitaly International Importer Connect è un progetto che è stato ideato per favorire l’incontro tra due realtà, quella degli importatori e quella dei distributori di vino, presenti su scala internazionale. L’evento di New York si aprirà con un dibattito sull’esperienza di cinque cantine italiane che sono state messe in contatto con un database di 15.000 operatori statunitensi (grazie all’aiuto della piattaforma BeverageTradeNetwork.com).

Giovanni Mantovani, Direttore Generale di Veronafiere, ha dichiarato che il progetto è nato con l’intento di supportare gli espositori presenti agli eventi di Vinitaly (sia in Italia che nel mondo) selezionando in anticipo i migliori contatti, o quelli ritenuti più interessanti, per ottenere il massimo dalla loro partecipazione a tali eventi.

Vinitaly International Academy è un progetto che mira a far conoscere in maniera approfondita i vini italiani tra gli operatori internazionali del settore. A New York sarà  il Direttore Scientifico Ian D’Agata ad occuparsi di tre Masterclass ideate appositamente per il pubblico americano. Ian d’Agata è un giornalista e critico enogastronomico che è conosciuto anche oltre i confini americani.

Uno dei problemi del mercato italiano è riuscire a far conoscere le differenti qualità di più di 378 uve autoctone, che possono essere la nostra forza ma anche la nostra debolezza nell’affrontare i mercati esteri, come ha dichiarato Ettore Riello Presidente di Veronafiere.

A marzo Vinitaly International sarà in Cina a un evento B2B della durata di tre giorni al Fuorisalone di Chengdu, mentre nella seconda metà dell’anno sarà a Honk Kong e Mosca.

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *