Il logo del WSET

WSET, per diventare Master of Wine

Posted on

WSET è un acronimo che sta per Wine & Spirit Education Trust.

Il WSET è stato fondato nel 1969 a Londra per permettere ai professionisti del vino (e non) di acquisire conoscenze sempre più specifiche a seconda del livello del corso.

Il primo livello del WSET Level 1 Award in Wines “ infatti è pensato per fornire agli studenti le prime nozioni sul vino, insieme ad alcuni principi base per abbinare il cibo al vino.

Il secondo livello Level 2 Award in Wines and Spirits copre le principali varietà di uve e dove crescono in giro per il mondo. Inoltre gli studenti imparano a degustare i vini usando il WSET Systematic Approach, che non è nient’altro che una tabella da seguire per descrivere un vino seguendo sempre lo stesso metodo, per poter in questo modo confrontare due descrizioni diverse dello stesso vino.

Ad esempio non si può dire che il colore del vino ricorda la porta del mio garage, perchè nessuno capirebbe. La cosa bella è che man mano si va avanti con gli studi, anche la tabella “WSET Systematic Approach” diventa via via sempre più complessa.

Con il livello 3 WSET Level 3 Award in Wines and Spirits la faccenda diventa più seria, infatti l’esame finale consta di una parte scritta (dove bisogna scrivere anche delle frasi in inglese) e una parte di tasting (due vini). La parte scritta degli esami del livello 1 e 2 del WSET era solo un test a risposta multipla, quindi decisamente più facile, mentre il terzo livello richiede una quantità di ore di studio decisamente maggiore. Il livello 3 del WSET è propedeutico per poter accedere al livello successivo. I livelli 1 e 2 non sono necessari per potersi iscivere al livello 3, però secondo me sono molto utili per capire come funzionano gli esami al WSET, dove la serietà e precisione è richiesta a tutte le sue diversi sedi in giro per il mondo.

Con il livello 4 Level 4 Diploma in Wines and Spirits il gioco si fa veramente duro! Ma d’altronde è un requisito per poter accedere al prestigioso Istituto dei Master of Wine.

Gli esami da sostenere sono sei:

  1. Unit 1 – The Global Business of Alcoholic Beverages
  2. Unit 2 – Wine Production
  3. Unit 3 – Light Wines of the World
  4. Unit 4 – Spirits of the World
  5. Unit 5 – Sparkling Wines of the World
  6. Unit 6 – Fortified (Liqueur) Wines of the World
La premiazione dei diplomati al WSET a Londra

La premiazione dei diplomati al WSET a Londra

L’esame della Unit 1 “The Global Business of Alcoholic Beverages” è diviso in due parti. Una prima parte in cui bisogna scrivere una tesina di un argomento scelto dal WSET, seguendo alcune regole per la sua compilazione (ad esempio per scrivere la bibliografia bisogna consultare un sito che spiega come dover citare le fonti). La seconda parte consiste in un argomento dato circa 20 giorni prima dell’esame (se non ricordo male) .

In base a questa traccia bisogna cercarsi tutto il materiale attinente all’argomento e cercare di capire quali potrebbero essere le domande all’esame. Infatti il giorno dell’esame bisognerà rispondere a 3-4 domande (in un’ora di tempo circa) sull’argomento. Alla fine dell’esame avevo male alla mano per quanto avevo scritto. Con questo voglio dire che non basterà una paginetta per passarlo.

Solo l’esame della Unit 2  relativo alla produzione del vino “Wine Production” è a risposta multipla, gli altri sono decisamente più difficili.

L’esame della Unit 3 “Light Wines of the World” è decisamente lo scoglio più grosso. Una parte di teoria su tutti i vini del mondo e una parte di tasting (12 vini) divisi in quattro gruppi.

Ogni gruppo di vini sarà legato l’uno all’altro da qualcosa, ad esempio la domanda potrebbe essere di descrivere i tre vini sapendo che tutti provengono dallo stesso vitigno, oppure hanno in comune il fatto che vengono tutti da un clima freddo (ma questo non viene detto, bisogna capirlo). La parte di teoria ha un sacco di nozioni da tenere a mente. La cosa importante è leggersi sempre prima di ogni esame di ogni unità, gli esami precedenti che hanno i commenti dati dal WSET.

L’esame della Unit 4 “Spirits  of the world” è diviso in due parti, una di teoria e una di tasting. Durante l’esame si ha un ora e cinque minuti di tempo per rispondere a 3 domande di teoria e fare le degustazioni di 3 spirits, scrivendo le tasting notes seguendo il WSET Systematic Approach per gli spirits.

Anche l’esame della Unit 5 “Sparkling Wines of the World” è diviso in due parti, una di teoria e una di tasting e si svolge con le stesse modalità delll’esame della Unità 4. Le difficoltà, oltre a reperire certi tipi di bottiglie (ad esempio uno sparkling Shiraz Australiano, quasi impossibile da trovare in Italia) sono quelle di capire come rispondere a certe domande. Faccio un esempio. Se la domanda è “Cremant of Limoux” per rispondere in modo corretto bisogna seguire i sette fattori:

  1. location
  2. climate
  3. grape varieties
  4. viticulture
  5. vinification
  6. maturation
  7. market

Se si vuole fare proprio un bel lavoro aggiungere una tasting note dei Cremant di Limoux, il tutto più o meno in 10 minuti, perchè dopo avete ancora due domande di teoria e tre vini da degustare.

L’esame della Unit 6 “Fortified (Liqueur) Wines of the World” segue sempre il modello degli esami delle Unità 4 e 5. Il tempo durante l’esame scorre inesorabile, dovete essere bravi a gestirlo. Inoltre dovete aspettarvi anche domande del tipo “González Byass” e sapere cosa dire riguardo questo brand, chi sono, cosa fanno, come lo fanno, dove lo fanno e  un po’ di storia del brand.

Il WSET offre inoltre i seguenti corsi: Level 1 Award in Wine Service, Level 1 Award in Spirits, Level 2 Award in Spirits, International Higher Certificate in Wines and spirits e il  Level 5 Honours Diploma.

Mi mancano ancora due esami per terminare il Diploma, ma la quantità di nozioni che ho acquisito fino ad oggi è notevole. Se qualcuno volesse delle informazioni non deve far altro che contattarci, sarà un piacere rispondere.

Il WSET è molto probabile che sarà presente al Vinitaly 2014, appena ne avrò la conferma vi dirò anche dove e gli eventi a cui parteciperà o organizzerà!

 

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *