Corso WSET Level 2: intervista del mese

Erica

Qui di seguito proponiamo l’intervista a Erica, uno dei nostri studenti che ha fatto il secondo livello del corso WSET organizzato da WineMe con Matteo Girardi come insegnante.

Il corso si è tenuto presso lo store di Signorvino in Valpolicella.

Perché hai scelto di fare un corso WSET?

Ho scelto di fare un corso WSET perché unisce la conoscenza del vino ai termini specifici inglesi, e perché, nel mio lavoro di sommelier e venditrice di vino, è molto utile quando ci si confronta con un pubblico straniero.

Quali sono secondo te i punti di forza del WSET rispetto altri corsi?

I punti di forza del WSET (Wine & Spirits Education Trust) sono molti, ma direi che i principali sono:
  1. È un corso che è riconosciuto in tutto il mondo.
  2. L’approccio alla degustazione è ottimo e diverso rispetto ad altri corsi italiani. Un approccio decisamente più commerciale.
  3. Ottima qualità della didattica fornita (libri di testo) e unica in tutto il mondo.
  4. Studio del panorama vitivinicolo internazionale, con degustazione di vini provenienti da tutte le regioni del mondo.
  5. E’ il cammino naturale per aspirare a diventare Master of Wine.

Credi che sia un valore aggiunto degustare anche i vini Internazionali in un corso WSET?

Decisamente sì!!!

Come pensi di utilizzare il certificato rilasciato dal WSET?

Sicuramente è un valore aggiunto sul mio curriculum che potrei utilizzare se volessi fare esperienze di lavoro all’estero o se intendo proporre la mia candidatura ad aziende che commerciano vino all’estero.

Qual è il vino che durante il corso WSET ti è piaciuto di più?

Una cantina di un'azienda produttrice di Tokaji

Una cantina di un’azienda produttrice di Tokaji

Durante il corso WSET mi è piaciuto molto il vino dolce Tarczali Tokaji Aszù 6 Puttonyos.

Grazie a Erica Preosto per la sua disponibilità a questa intervista!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.